Studio per l’efficientamento della gestione dei sistemi urbani. Città di Caserta

Con l’idea della “Macroarea decisionale e amministrativa” si vuole tentare di innestare nel tessuto urbano quel senso di rete civica, una naturale evoluzione dell’attuale e tradizionale pensiero gestionale delle città, collegando idea, la diversificazione delle competenze e la realizzazione. Un luogo fisico e filosofico, dove far confluire idee, dialogo, pensieri e decisioni, un contenitore urbano tecnologico e inclusivo, utile alla cittadinanza e ai governi, che trasformi il variegato attivisismo cittadino in una vera e propria “agorà cittadina” (spazio fisico), dove integrare grazie all’uso dei canali di comunicazione, Wi-Fi, tecnologie digitali, Smartphone, IoT, social, big data, report e feedback in tempo reale, connettendo il potere decisionale, amministrativo e il pensiero cittadino (spazio filosofico), potenziando la digitalizzazione della pubblica amministrazione e migrando definitivamente verso un sistema pubblico gestionale efficiente, moderno ed inclusivo (e-government+).

Si può immaginare la mutazione fisica di alcune aree urbane, sede degli attuali luoghi amministrativi ed esecutivi (fig. Comune di Caserta piazza Ruggiero), onde creare quell’osmotica condivisione di pensiero per rendere più efficienti, democratiche e rapide le scelte di governo.

L’agorà del cittadino nell’idea di integrazione è quello spazio da creare senza profondi stravolgimenti del preesistente, rappresentato in figura da un’area interrata servita digitalmente, che riesca a fare da ponte tra il centro governativo e gestionale della città e i cittadini. Nello specifico, ma solo come mero esempio di studio quindi, è immaginabile un collegamento tra due piazze e il palazzo comunale, unicum fisico e filosofico per la condivisione delle idee, delle scelte e l’aggregazione degli spazi.
Nell’immagine presentiamo l’idea con un progetto riadattato, e il fotoinserimento della fontana/portale, di Luis Matania dello studio Foster + Partners, quale ingresso allo spazio comunale/agorà “galleria del pensiero”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *